Abstracts

 
Back
 
 
 
 
 
 

 

Sicilia, Mediterraneo, Andalus in epoca fatimide (sec. X) secondo l’opera del Qadi 'l-Nu‘man

Antonino Pellitteri

Palermo University, Italy

La Sicilia in epoca fatimide era considerata il più importante thaghr, terra di frontiera, nel Mediterraneo centrale. Essa fu al centro dello scontro tra fatimidi e bizantini da un lato e della rivalità tra fatimidi e omayyadi di Cordova dall'altro. In quanto isola più prossima al mondo non musulmano, il ruolo della Sicilia viene analizzato nelle fonti fatimidi shiite con molta attenzione e in rapporto alla specifica collocazione di hamzatuli’l-wasl tra diverse aeree comunicanti. L'opera del Qadial-Nu‘man (X. sec.), da‘idu‘atisma‘ilita all'epoca del califfo imam al-Mu'izz li-Din Allah, offre allo studioso una rappresentazione e un'immagine della Sicilia anche di tipo allegorica “isola su cui risplende la luce della profezia (Nur al-nubuwwa)”, diverse dai crudi resoconti pervenutici dalle opere degli autori arabi sunniti, in gran parte posteriori ai fatti narrati.

 

 
   
 

Info@AlAndalus2015.ir